Storia

BSI_storia_effervescenteLa fondazione di Brioschi Sviluppo Immobiliare risale al 15 gennaio 1907, con il nome di Achille Brioschi & C. e come oggetto sociale la produzione e la commercializzazione di articoli chimici, liquori e affini.

Il 12 giugno 1914 la società viene quotata alla Borsa valori di Milano.

Per sessant'anni l'Achille Brioschi e C. svolge l'attività di produzione e commercio di prodotti chimici, specializzandosi sui mercati dei saponi, detergenti, prodotti per l'igiene ed il benessere personale, quali l'"Effervescente Brioschi" e il "Lisoform".

La fine del secondo conflitto mondiale, col fervore della ricostruzione e l'apparizione di nuovi concorrenti, forti di nuovi prodotti e tecnologie, incide negativamente sull'attività e sui risultati del gruppo.

Nel 1967, a seguito della fusione per incorporazione della Fornova Istituto Biochimico di Novara e della Farmochimica Emiliana, la società cambia la ragione sociale in A. Brioschi Istituto Biochimico, aumenta il proprio capitale sociale da 165 a 231 miliardi di lire e si specializza nella produzione di farmaci.

Nei primi anni Settanta, sotto il peso della crisi economica mondiale, Brioschi si ritira dalla produzione e si trasforma in società finanziaria, che si limita a gestire gli impianti e gli immobili di proprietà. Questa nuova personalità aziendale verrà recepita nella ragione sociale nel 1975, con il mutamento del nome in Brioschi Finanziaria spa.

Nel 1979 Brioschi entra a far parte del Gruppo Cabassi come holding di alcune società immobiliari; dal 1994, nel quadro della ristrutturazione del Gruppo, la quota di maggioranza viene acquisita da Bastogi. Numerose e significative sono le realizzazioni immobiliari del Gruppo Cabassi negli anni ’70 e ’80.

In seguito alla crisi del settore immobiliare, Brioschi attraversa un periodo di difficoltà, ma nel 1996, recepite le perdite, vara un aumento di capitale. A partire dal 1998, anno che ha visto la ripresa del settore, la società ha avviato grandi progetti immobiliari.

Da allora Brioschi attua una strategia di sviluppo di nuove iniziative nel settore del terziario avanzato e di ampliamento del portafoglio immobiliare a reddito.

Nel marzo 1999 la società effettua un aumento di capitale di 225 miliardi di lire. Vengono inoltre emessi warrant con scadenza nel dicembre 2006. In occasione dell'aumento di capitale, la controllante Bastogi sottoscrive interamente la sua quota del 51.1%.

Nel dicembre 2006 la quasi totalità (99,71%) dei soci individuali e istituzionali converte i warrant in azioni, incrementando il capitale di 67 milioni di euro.

Nell'aprile 2007 l'azienda cambia ragione sociale da Brioschi Finanziaria a Brioschi Sviluppo Immobiliare, in quanto l'attività prevalente della società è la progettazione e la realizzazione di grandi interventi di sviluppo immobiliare in aree metropolitane.

Per ottenere una ulteriore focalizzazione sui rispettivi core business e una maggiore semplificazione della catena societaria, viene stipulato l'atto di scissione parziale proporzionale inversa della holding Bastogi a favore di Brioschi Sviluppo Immobiliare, con decorrenza dal 1 giugno 2008.

Nel 2008 vengono inoltre venduti i primi edifici del comparto di Milanofiori Nord e nel 2009 vengono inaugurati gli edifici sulla piazza commerciale, le grandi strutture di vendita, un ulteriore immobile ad uso uffici, successivamente venduto nel 2012. Il primo lotto di intervento del comparto di Milanofiori Nord viene ultimato nel 2010.

Nel 2012 vengono conclusi i lavori di costruzione del polo di residenza libera convenzionata a Milanofiori Nord e finalizzate le attività di collaudo della seconda fase di sviluppo del complesso di via Darwin.

Nel 2013 viene ultimata la realizzazione di un edificio ad uso uffici, sede italiana del Gruppo Nestlé, ceduto nel 2014 a un primario fondo immobiliare. Nello stesso anno viene ceduto un ulteriore immobile ad uso uffici ad un fondo istituzionale e nel 2016 viene ultimato e locato a Puma Italia un ulteriore immobile, ceduto nel 2017.

Nel 2018 viene perfezionata la vendita del complesso di via Darwin a Milano (circa 36.500 mq), lo storico Istituto Sieroterapico Milanese, oggi sede di primarie aziende e polo culturale. Il complesso è stato oggetto di un importante intervento di riqualificazione con il recupero degli edifici storici e la costruzione di tre nuove strutture integrate nel comparto esistente.

 

 


Home » Menu » Chi siamo » STORIA
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.062 secondi
Powered by Simplit CMS